E' noto che il meteo in montagna è ballerino ed incerto e che in breve tempo può cambiare da un momento all'altro.
Con queste premesse e con un cielo scuro in lontananza, un ardito gruppetto di volonterosi cultori della bellezza ha osato risalire i versanti delle Crete di Mezzodì, pronti a fare retrofront a ogni lieve accenno di peggioramento delle condizioni!
E invece nonno Cogliàns ha deciso di aiutarci nella riuscita di questa solitaria escursione, fermando ogni temporale che osasse tentare una fuga verso est.
Circondati da oceani di mirtilli, bagnati da fresche ma innocue goccioline di pioggia trasportata dal vento, e osservati da migliaia di nuovi fiori della nuova stagione, abbiamo salutato Silverio, all'opera come sempre sul suo rio Moscardo, e gli indescrivibili pianori delle Crete, con un occhio sulla Carnia e uno sulle lontane Giulie.
E quando tutto sembrava ormai volgere verso una grigia chiusura della giornata, ecco un rosso regalo da parte del sole, ad illuminare nonno Cogliàns e la Creta di Timau. Davvero inaspettato e per questo ancor più apprezzato!
Grazie a tutti i fiduciosi e coraggiosi partecipanti all'uscita, davvero ci siamo goduti dei bei momenti assieme. Alla prossima!

E' possibile scaricare le foto dell’Esperienza dalla galleria.

Condividi le vostre foto su Facebook taggando @Forest.studio.natura

o su Instagram con l’hashtag #studioforest!

 


Clicca sull'immagine in cima alla pagina per tornare alla pagina principale 

oppure

Share This