Il periodo natalizio ci ha regalato giornate fantastiche e momenti indimenticabili.
Piacevoli momenti di condivisione hanno allietato i giorni di festa, con lo scenario immancabile della Natura del nostro territorio.
Raccogliamo le immagini più significative scattate durante le escursioni delle festività.
Buona visione!

 

L’inaugurazione del Tempo di Natale è avvenuta con la Salita a Castelmonte per antichi sentieri.
Piogge intense hanno battuto il Friuli per due giorni fino a pochi minuti dalla partenza: solo pochi audaci hanno preso il rischio di incamminarsi, venendo premiati con un’atmosfera magica e ovattata .. in Cammino tra le nubi fino all’antico borgo..

E’ stato quindi il momento di chiudere il ciclo tematico “Alla scoperta dei Boschi del FVG” andando a esplorare Le Peccete della Val Saisera.
Non potevamo incappare in giornata più particolare di questa: una danza tra neve e nevischio ci ha accompagnati nell’incedere lungo la vallata, tra le più belle del Tarvisiano. Fiabesco lo scenario della neve che andava depositandosi a terra e sugli alberi.
Purtroppo la pioggia si è poi affermata durante la giornata, ma ormai era ora di cercare il tepore dell’Agriturismo Prati Oitzinger!

Il brindisi natalizio è stato affidato, come consuetudine, ai sapori e ai gusti della Baite sot lis Stelis di Modoletto (Pagnacco), dopo la Passeggiata nella valle del Rio Cornaria.
Una piacevole escursione tra le forti brinate del mattino e le nebbie che salivano dalla Valle del Cormor. Divertente inseguimento  dei due torrenti nelle campagne tra Modoletto e Fontanabona, in questa simpatica Vigilia di Natale!

E per smaltire gli accumuli calorici del Natale, eccoci ad esplorare in lungo e in largo la Val Resia in collaborazione con il Parco Prealpi Giulie.
Da Stolvizza a Stolvizza passando per Oseacco e i magnifici sentieri Ta Lipa Pot e Ta Stara Pot, alla ricerca dei numerosi colori della Valle. In Inverno se ne aggiunge uno: l’Argento, che ammanta il fondovalle regalando atmosfere fiabesche ai viandanti di passaggio.
Ad attenderci in paese la festa per la Discesa della Stella!

L’Escursione al tramonto tra i colli di Ruttars ci ha impresso negli occhi gli straordinari colori dei tramonti invernali.
Dal Bosco di Plessiva all’antico borgo di Ruttars, in una delle giornate più brevi dell’anno, per godere delle ultime ore di luce e dei pittoreschi dipinti del crepuscolo. Al termine, la sosta “dissetante” e i primi brindisi per il nuovo anno sono stati demandati alle ottime birre artigianali del Birrificio Campestre di Corno di Rosazzo!

L’ultima Domenica del 2019 ci ha regalato una magnifica giornata di festa, salendo ai balconi panoramici del Monte Prat.
Dalla Riserva del Lago di Cornino, agli stavoli di Ledrania, per arrivare a Cima Pala: una giornata contrassegnata dagli incontri ravvicinati con i grifoni, da grandi panorami sul Tagliamento e da un piacevolissimo spirito di gioia e condivisione, accolti dalla casa della signora Silvia, Luigina e Alessandra. Quale modo migliore per concludere positivamente l’anno!?

Ma il 2019 si chiude (e il 2020 si apre) con l’Escursione ai piedi del Matajur, e il Cenone al mitico Rifugio Pelizzo!
Una serata davvero divertente apertasi con una bellissima esplorazione del “Mata” in notturna, e conclusasi con le eccellenti portate della Cena in Rifugio! Gradevolissima la compagnia dei numerosi partecipanti all’escursione e alla festa, e super collaborazione con la mitica guida naturalistica Andrea Vendramin di TrekkOver!

“Chi inizia a pulire sentieri a inizio anno, pulisce sentieri tutto l’anno” . Il 2020 parte subito forte con Quattro Passi con le Cesoie.
Davvero nutritissima la squadra di volontari nel primo sabato mattina dell’anno, con la solita delegazione tolmezzina di Alessandro Cella. Giornata quasi “terapeutica”, in cui risate, picconate, cesoiate, vino e panini circolano liberamente , donando a tutti una gradita esperienza di lavoro volontario di immediata utilità sociale: il sentiero che collega il Rifugio Pelizzo all’affascinante Val Polaga ha ripreso vita e potrà essere fruito dagli escursionisti del Matajur!
Grazie a Alessandro, Eva e Luciana per il reportage fotografico!

La neve latita alla grande, e così una ciaspolata a Sauris diventa una “normale” escursione alla ricerca delle peculiarità naturalistiche e enogastronomiche della zona!
Zahre e i suoi segreti si dischiudono agli escursionisti che sanno apprezzare anche la montagna-invernale-senza-neve. La Natura è complice e regala scorci di bellezza in ogni possibile situazione. L’Agriturismo Monte Rucke e le degustazioni dei prodotti tipici al Bar C’Entro completano la giornata con i sapori della tradizione saurana.

Chiudiamo il periodo delle Feste con una traversata lungo il Tagliamento, meta “epifanica” ideale per la sua valenza naturalistica e simbolica.
Un Cammino lungo le rive del Grande Fiume friulano, alla scoperta della storia geologica dell’Alta pianura, raccontata dalle scarpate del fiume stesso. I gradevoli saliscendi lungo le sue rive ci hanno condotto da Aonedis a Ragogna, con spettacolari osservazioni panoramiche e l’attesa del tramonto sul greto. Al rientro, accoglienza super della Pro Loco Aonedis all’Avent, il “pignarul” del paese.
Speriamo che il fumo abbia dato buoni auspici per questo 2020 iniziato nel segno della Bellezza!

E’ possibile scaricare le foto dell’Esperienza dalla galleria.

Condividi le vostre foto su Facebook taggando @Forest.studio.natura

o su Instagram con l’hashtag #studioforest!

CLICCANDO QUI

il calendario completo delle nostre prossime Passeggiate ed Escursioni con guida naturalistica!

Share This