Giornate di pulizia dei sentieri insieme a ForEst

 

 

IN PROGRAMMA

SABATO 14 MARZO 2020

Passeggiata con pulizia sentieri: Da Cesclans alla Palude Vuarbis
Taglio rovi, noccioli e altri arbusti lungo un sentiero che da Cesclans scende alla palude Vuarbis, geosito regionale e interessante area umida delle Prealpi Carniche.

Ritrovo
: Ore 8 – BAR AL FOR – Via della Barca, 8 – Cavazzo Carnico (Google Maps: https://goo.gl/maps/P4xe4jUQRNGWeDd47 )

Caffè, e si parte!
Al termine pranzo condiviso tra i partecipanti e tradizionale bicchierata!

 

LA PARTECIPAZIONE E’ LIBERA

No prenotazioni, ma solo un’eventuale comunicazione di partecipazione (per aspettarsi al bar!)
Non è un’escursione guidata!
Un semplice ritrovo tra “volonterosi volontari”

Cosa portare? come fare? Leggi QUI SOTTO il “Regolamento”!

PER PARTECIPARE:

Lo Studio Naturalistico ForEst non consegnerà attrezzatura ai presenti.

E’ sufficiente procurarsi:

    1. guanti da lavoro e semplici attrezzi quali forbici da potatura, cesoie e troncarami. Potranno essere quelle nel tuo garage, o quelle prestate dal vicino, o nuove di pacca (costo 5-10 euro, investimento pluriennale garantito!).
      Non sono ammesse motoseghe, decespugliatori o altri attrezzi a motore in grado di nuocere in alcun modo alla nostra salute. Una giornata nel silenzio dei boschi.
      Ci occuperemo di semplice taglio di rovi e piccoli arbusti, liberando la traccia dagli ostacoli che non ne permettono una fruizione immediata.
      Ci sposteremo su sentieri di difficoltà turistica o escursionistica. Richiesti pertanto gli scarponi da trekking.
    2. Cibi e bevande da condividere. Invitiamo i partecipanti a contribuire con qualche ottimo manicaretto salato o dolce, una o più birre o del buon vino (rigorosamente a fine lavoro!!): dopo il lavoro la giusta ricompensa!
    3. Tanta buona volontà e la voglia di stare assieme scoprendo in compagnia nuovi itinerari e la natura che ci circonda!

 

IMPORTANTE : La partecipazione all’iniziativa è a titolo gratuito dal momento che lo Studio Naturalistico ForEst non svolge, in questo caso, alcuna attività professionale, ma concorre solamente al ruolo di coordinatore di un’attività svolta a titolo di volontariato.Per le medesime ragioni lo Studio non si assume alcuna responsabilità per i danni causati a persone e/o cose e non garantisce l’abituale copertura assicurativa


 
OBIETTIVI

Tra villaggio e villaggio, in pianura, collina o montagna, i sentieri celano storie di uomini e del loro rapporto con la natura e l’ambiente circostante. La netta separazione, avvenuta negli ultimi decenni, tra il mondo naturale e gli spazi occupati dall’uomo ha avuto come conseguenza l’abbandono di innumerevoli tracce e mulattiere che per secoli sono state calpestate da una moltitudine di passi: chi ci è passato ogni giorno, chi ogni tanto, a seconda delle necessità della vita, chi anche una volta soltanto, verso destinazioni più o meno vicine, più o meno lontane.

Approfittando dell’arrivo della stagione fredda, lo Studio Naturalistico ForEst si propone di contribuire all’opera volontaria di numerosi enti e associazioni che già si occupano della cura del territorio. Effettueremo piccoli interventi di manutenzione su sentieri che noi riteniamo di particolare interesse naturalistico, storico o culturale, abbandonati o in disuso da tempo, liberando le tracce da ramaglie, arbusti e rovi.

L’obiettivo? Ridare lustro, per quanto possibile, a vie che altrimenti andrebbero perdute nel tempo, inghiottite dall’avanzare del bosco, riconsegnando alla collettività la possibilità di “non dimenticare” itinerari che hanno ancora molto da dire e da dare al mondo di oggi. Ricordiamo infatti che i sentieri si mantengono innanzitutto se continuiamo a percorrerli!

Invitiamo a unirsi chiunque sentisse propria tale causa e desiderasse liberamente contribuire in maniera fattiva a questa attività di utilità sociale!

 

Un’occasione:

– di crescita personale per essere “soggetto attivo” all’interno dell’ecosistema, costituito dal territorio, dalle comunità locali e dalla loro storia;

– per contribuire attivamente alla conoscenza del proprio territorio, scoprendo itinerari e luoghi discosti dalle tratte più conosciute e note;

– per stimolare una riflessione sull’abbandono della collina e della montagna e delle attività economiche un tempo praticate in queste aree;

– per condividere la medesima esperienza con altre persone che hanno a cuore l’ambiente;

– per evidenziare l’utilità che simili operazioni volontarie, spesso ingiustamente “invisibili”, hanno nel dare valore alle nostre splendide terre: “E’ il tempo che tu hai perduto per la tua rosa che ha fatto la tua rosa così importante” (Antoine de Saint-Exupéry)


 
Pulizie completate

4 GEN 2020: Dal Rifugio Pelizzo alla Val Polaga (Matajur)

GEN 2019: Anello di Pusea da Cavazzo Carnico in collaborazione con Alessandro Cella – Responsabile sentieri CAI Tolmezzo

2 DIC 2017: Sentiero della Polveriera di Pissebus (Tolmezzo) in collaborazione con Alessandro Cella – Responsabile sentieri CAI Tolmezzo

28 GEN 2017: Sentiero di San Rocco (Faedis) in collaborazione con CAI Faedis

7 GEN 2017: Stavolo Celestuz (Tolmezzo)

12 NOV 2016: Troi sot par la crète – Imponzo (Alpi Carniche) in collaborazione con Associazione Antica Latteria Turnaria di Imponzo

26 NOV 2016: Vecchia mulattiera di Cisgne (Valli del Natisone)


 

 

LIBERI DI DIFFONDERE A TUTTI GLI INTERESSATI 🙂

Share This